Viral Box

Benvenuti,Welcome,Herzlich Willkommen,Bienvenu,歡迎, Bienvenidos,Välkomme

contatore internet

La maggior parte delle PERSONE associano Porsche con la Germania. Che di per sé non è corretto. Ma la famiglia  Porsche non è proprio dalla Germania. Ferdinand Porsche nacque a Maffersdorf, Nella Boemia Settentrionale, che all'epoca quale parte dell'Impero Austro-Ungarico. Oggi parte della Repubblica Checz. Un paese dove l' inglese e la lingua madre, elementi naturali. Storicamente, la famiglia Porsche ha mantenuto i suoi legami con l'Austria. Più Precisamente Al Villaggio di Kitzbuhel in materia di Kitzsteinhorn a Zell am See. La Regione è infinitamente e indescrivibilmente meravigliosa.   Casa della famiglia ancestrale Porsche a Zell am See è un grosso podere tipico, Simile a caso sorgente a comparsa nei libri di fiabe Heidi. La casa, Oggi nota vieni "Porsche Villa" (venire è Il caso con Tutte Le Case appartenenti tutto Porsche), Che ha costruito nel 1942 da Josef Becvar un architetto da Vienna. Il Progetto, Chiamato "Porsche House". La regione è conosciuta venire "Porsche di base" (paese Porsche). Accanto alla "Porsche Villa" possiamo trovare un albergo, una volta appartenuto alla famiglia Porsche: il "Porschehof Hotel". Adiacente alla casa, un piccolo Whitec i suoi figli, Louise e Ferry Porsche. Aggiuntivo del gruppo Porsche a Zell am See: La sede della Porsche Design, Creato da Butzi Porsche. Sede di Porsche Design, alla Selezione di Porsche Design conducente e per il Porsche Design Studio.

Porsche 919 Hybrid n°17- Mark Webber, Timo Bernhard e Brendon Hartley

Porsche 919 Hybrid n°18-  Marc Lieb, Romain Dumas e Neel Jani

The Formula 1 Widget
requires Adobe Flash
Player 7 or higher.
To view it, click here
to get the latest
Adobe Flash Player.

Ferdinand Anton Ernest Porsche "Ferry"

Nato:19 settembre 1909 a Wiener-Neustadt
Morto:27 marzo 1998 


Fu tutto merito di Ferry Porsche, che, nel 1952 in un ristorante di New York, disegnò un abbozzo su un tovagliolo di carta, integrando il simbolo del Württemberg simbolo di Stoccarda (Stuttgart: Stute=giumenta, Garten=giardino). Con un po' di fantasia ed i colori tedeschi, voilà lo scudo Porsche, quello che dal 1953 appare sul cofano delle nostre amate


Porsche 356 1948

Porsche 911 1963


1931 Zündapp Type 12

Dr. Ferdinand Porsche chiese di impostare gli ingegneri nel suo ufficio di progettazione sul numero di progetto 12 alla fine del mese di settembre 1931, la progettazione di una macchina di economia. Non aveva una commissione per la macchina, ma questa era una cosa che voleva fare da tempo. Nel dicembre 1931 la progettazione per una piccola macchina era sufficientemente avanzata per Porsche a cercare un produttore possibile. Le caratteristiche principali del disegno erano, sospensioni indipendenti sulle quattro ruote con bracci longitudinali agli assali anteriori e oscillanti posteriori, con Porsche brevetto molle di torsione-bar. Un motore raffreddato ad aria a tre cilindri radiali che era completa con il cambio e trasmissione finale situato nella parte posteriore del telaio.

Il primo prototipo del tipo Tatra V570 progettato da Erich Ledwinka, il figlio del di Tatra capo ingegnere Hans Ledwinka è stato prodotto nel 1931. Anche se questo prototipo aveva un corpo di forma convenzionale, l'ispirazione per il motore posteriore Tatra è venuto da l'idea di prendere pieno vantaggio delle forme aerodinamiche proposte dalla aerodinamica Paul Jarey. Posizionando il motore nella lunga coda, una linea bassa cappuccio o coperchio potrebbe essere raggiunto. Aveva un telaio piattaforma e raffreddato ad aria piatto motore bicilindrico di 845cc; cambio e trasmissione finale si trovava al suo posteriore.

Dr Neumayer capo di Zundapp, una casa motociclistica tedesca era alla ricerca di un piccolo disegno di macchina per la produzione e la Porsche progetto n 12 ha dimostrato l' interesse. Il risultato è stato il Zundapp "Volksauto", progetto. Il principale cambiamento dal progetto originale è stato il motore. Un uno litri motore radiale raffreddato ad acqua a cinque cilindri è stato montato. Tre prototipi sono stati prodotti nel 1932 e ampiamente testati ma il progetto non fu continuato.

Tatra V570. Below: Porsche Type 32.

Con NSU, sono state prodotte ulteriori prototipi. Questo stile di questa evoluzione del design delle city car è attribuito a Erwin Komenda, anche se chiaramente sotto la direzione di Ferdinand Porsche. Ancora una volta, la trattenuta parte posteriore arrotondata della Zundapps, ma questa volta, il fronte è stato arrotondato pure. Questa caratteristica è stata consentita dall'uso di un motore boxer raffreddato ad aria nella parte posteriore, invece del motore radiale piuttosto bizzarro raffreddato ad acqua utilizzata su richiesta di Zundapp. L'assenza di un radiatore ha fatto sì che non ci aveva bisogno di essere una griglia e il flusso d'aria potrebbe essere diretto più facilmente sul cofano. Grazie a questa funzione, i disegni di Ledwinka a Tatra somigliava ancora più sorprendente, in particolare per il Tatra V570 e modelli successivi. Per quanto riguarda i veicoli di Porsche, alla fine, un contratto tra NSU e Fiat fermato lo sviluppo della vettura - ora conosciuto come il tipo di 32

1934 Tatra 77

Il successo è stato questo disegno che si dice abbia fortemente influenzato Ferdinand Porsche nei suoi piani per la KDF-Wagen, più tardi conosciuta come Volkswagen Tipo I Beetle. 

1939Berlin-Roma Porsche 64

Il lavoro di progettazione sul tip 64 è iniziata alle Porsche Bureau, nel 1937. Typ 64 è completamente basato sui nodi KdF Wagen Typ 60, quindi ha ricevuto la designazione Porsche Typ 60K10: il numero 60 si riferisce alla modifica della Porsche Typ 60 mediante Karosserie e №10 - versione del corpo. Il corpo in alluminio aerodinamico progettato da Erwin Komenda.

Tecnicamente Porsche Typ 64 (60K10) copiato KdF Wagen. Il quattro cilindri, motore boxer VW raffreddato ad aria, l'aumento del volume di 1,1 litri, due carburatori e un rapporto di compressione più elevato sviluppato circa 45-50 CV. Come motore KdF era situato dietro l'asse posteriore. La sospensione anteriore è stata una barra di torsione posteriore - oscillante asse con molle elicoidali e barra stabilizzatrice. ammortizzatori e freni a tamburo sono stati presi in prestito da KdF Wagen.

Stima velocità massima di 180 km / h. tip motore 114 si trovava davanti all'assale posteriore, nel database. E 'stato il motore a valvole in testa raffreddato ad acqua a 10 cilindri da 1,5 litro (1.493 cc, 58 x 56,5 millimetri). L'angolo di 72 gradi al crollo selezionato per ridurre le vibrazioni. Il motore è previsto di utilizzare una testata in alluminio. La scelta di dieci cilindri a quel tempo era raro. 

Nel settembre 1938, con il deposito del partito nazista, a scopo di propaganda, di partecipare alla gara di Berlino-Roma, che si terrà nel settembre 1939, è stato ordinato dalla società Reutter tre copie Typ 64. Karl Frohlich è stato nominato responsabile per lo sviluppo del CPR. Mise indietro nella base, collegato al motore. Peso Porsche 60K10 era 545 kg, 200 kg in meno rispetto al peso del "donatore» KdF. Nonostante la modesta capacità, a causa del peso e forme aerodinamiche, che comprendeva rotella chiuso e carenatura, è riuscito a raggiungere una velocità massima di 150 km / h. I risultati dei test sono stati eccellenti, Typ 64 (60K10) era pronto a correre

Nel 1938 per gareggiare alla Berlino-Roma, gara di durata prevista per il settembre del '39 che però venne annullata per lo scoppio della seconda guerra mondiale. Ne vennero costruiti tre esemplari, di cui due rimasero a disposizione della famiglia Porsche, anzi lo stesso ingegnere ne utilizzava ogni tanto, piccolo boxer che più tardi avrebbe equipaggiato il Maggiolino che permetteva di raggiungere i 130 km/h. 

Non venne mai prodottain serie.

16.07.1950 Coppa d’Oro delle Dolomiti №124

1951 Porsche 356 SL

Alla terza corsa della Le Mans 24H ore dopo la guerra nel 1951, Porsche è stato il primo e unico produttore tedesco per competere. Nell'autunno del 1950, Charles Faroux, uno degli 'inventori' e il direttore di gara corrente del Grand Prix d'Endurance 24 Ore di Le Mans, ha collaborato con l'importatore francese Auguste Porsche Veuillet di convincere Professor Ferdinand Porsche dell'idea di mettere in campo le sue auto sportive nel 1951 sul circuito ad alta velocità nel dipartimento della Sarthe. La piccola squadra gara di Porsche KG affittato un laboratorio non lontano dal circuito nella città di Teloché, dove per decenni Porsche prepara le auto da corsa e nel villaggio Café du Sport ha celebrato le loro vittorie.

 

Per la gara sul circuito di 220 chilometri ad ovest di Parigi, Porsche ha schierato la 356 SL (Sport Light) "Gmünd-Coupe" con il suo corpo in alluminio snello e ruote coperte, amorevolmente soprannominata la "lattina di alluminio", dalla meccanica. Con i suoi 1.086 cc a quattro cilindri motore boxer erogare 46 CV (34 kW), la coupé ha raggiunto un impressionante velocità massima 160 chilometri all'ora. Già a questo punto, l'idea di base della filosofia tecnica di Porsche era evidente: design leggero sistematica e una sofisticata aerodinamica erano almeno altrettanto importante come le prestazioni del motore in buona salute.

1954/55 1955 Porsche 356 Continental

Quando il nome continentale era orgogliosamente indossato sui parafanghi di 356 cabriolet Porsche e coupé venduti principalmente in America da New York importatore Max Hoffman. E 'stato un solo per un anno (ottobre 1954 a ottobre 1955) moniker per i 356 Porsche. Una volta che le macchine iniziarono ad apparire sulle strade americane Ford Motor Company "suggerito" che Porsche non usare il nome a causa del loro prossimo Continental Mark II per il 1956.

70 CV, 1488 cc, motore a 4 cilindri, 4 marce cambio manuale, sospensioni anteriori indipendenti con paralleli oscillanti-braccia e barre di torsione, assi oscillanti posteriori con barre di torsione trasversali, 4 ruote freni a tamburo idraulici. Passo: 82.7 "

 Nel 1955, Porsche si era affermata come una delle più innovative e progressiste produttori di auto sportive in tutto il mondo. importatore americano Max Hoffman è stato un innovatore di marketing e quando le vendite hanno cominciato ad essere in ritardo un po 'in U.S.A., ha suggerito a Porsche che i modelli 1955 essere battezzato la "Continental", dando loro solo un po' più fascino e intrigo. Hoffman ha importato solo di potenza superiore 1500 modelli, e come tale solo questi esempi sono stati prodotti con lo script continentale  d'oro-tono.

1955 Porsche Special Spyder Pupulidy

 150bhp, Porsche 356 motore da corsa con aste Carillo, Scat manovella, valvole in titanio, Solex 40 carburatori PII e il sistema di scarico personalizzato, 356 a quattro marce ventilato con ingranaggi C / R, quattro ruote 356 freni a tamburo con rivestimenti in carbonio PF, in tubolare d'acciaio ladder tipo di telaio con la triangolazione in ogni vano.

1959 PORSCHE T7 754

Si chiama il T7 754 (visto anche con il numero 695 utilizzato).

Il prototipo T7, è un'automobile da Porsche era un prototipo realizzato nel 1961 e più tardi divenne la Porsche 911 Il frontale è molto simile al 911, ma il posteriore è un po 'diversa. Il 695 è stato sviluppato dalla Porsche 356 da Ferdinand Alexander Porsche e ha una base che ruota è di 100 mm più lunga (fino a 300 mm più lungo nei primi disegni). Ha una velocità massima di 200km / h. 

Progettato alla fine degli anni Cinquanta, il 695 era destinato ad essere una vera quattro posti auto sportiva. Tuttavia, nonostante il 695 entrate in fase di test-guida e lo sviluppo, la gestione Porsche ha deciso contro la disposizione quattro posti, e ha chiesto che la vettura sarà ridisegnata in tradizionale due-più-due con sedili posteriori più piccoli. 

Il seguente era il 901, ed è stato presentato nel 1963 al Salone di Francoforte. Un anno dopo, è stato rilasciato sulle strade come la 911 "

1960 WENDLER-PORSCHE W/RS-001

Cilindrata: 1498 cc

Potenza: 135 PS

Höchstgeschw.228 km / h

Peso: 650 kg

La storia di un veicolo, in particolare un unico pezzo,  pieno di segreti. La storia di questo veicolo è una storia:

Questa vettura è stato creata  in compagnia della carrozzeria Reutlinger Wendler, che ha preparato i corpi metallici leggeri per le vetture dei tipi 550 e 718 dalla metà degli anni 1950 per Porsche.

Tuttavia, la RS Coupé Wendler era a tutti gli effetti una caratteristica speciale: Il telaio è probabilmente un quadro in-house che corrisponde ad un tipo di Porsche modificato 550 ° Porta un corpo chiuso basato sul Porsche 718. In contrasto con l'attuale auto da corsa Porsche, il "solo" ricevuto  a Wendler, questa è una macchina completamente in Wendler.

La macchina è alimentata da un incorporato davanti all'assale posteriore 1,5 litro tipo di motore Porsche 547. Il tipo 547 è un motore boxer a quattro cilindri raffreddato ad aria con quattro alberi a camme in testa, che sono guidati da quattro alberi principali. Si chiama questo motore, il suo sviluppatore "motore Fuhrmann".

Si ritiene che questa macchina è un prototipo, che dovrebbe servire per macchine future GT. Porsche prevista per il 1961 e cioè, per andare in gara 24 ore di Le Mans con un vetture GT chiuse al via.

Eppure, questo prototipo Wendler per strada normale è stato dotato - insieme con la depressione nella parte posteriore per la targa. Tipico di un Erlkönig facendo la sua origine Porsche era nascosto: la macchina era una finitura atipico Porsche a Reseda verde. I fanali posteriori  sono stati trasformati 180 gradi, che dà sul retro, un aspetto all'avanguardia conferito in collaborazione con il gigantesco scarico sportivo. Anche il altrimenti per la Porsche 718 Spyder tipica griglia di doppia ventilazione nella parte posteriore è stato omesso. Invece, la vettura ha ricevuto una griglia cromata, che nel suo design, ma ancora molto Porsche-simile è sceso e riapparve 1963 Porsche "raschietto" in una forma simile.

L'estremità anteriore della macchina, tuttavia, ha lo stesso naso basso, a forma di cuneo delle auto da corsa Porsche del tipo 718. 

L'uso delle luci di coda Mercedes era una tipica procedura di Wendler. Anche il prototipo per una quattro posti Porsche 356 Coupé Wendler, che è stato costruito nel 1961, ha avuto luci posteriori Mercedes - in questo caso, un pontone Mercedes.

1966 ha preso una svolta nella storia dei prototipi Le Mans. Il suo nuovo proprietario ha lasciato l'auto a Wendler umlackieren argento ed esternamente adattata alla struttura della Porsche 718 GTR coupé.

Nel frattempo, Porsche aveva fatto a Wendler vari modelli coupé corsa karossieren - inizialmente sulla base del tipo 718, quindi anche sulla base della Porsche 356a

Alla 24 Ore di Le Mans esordio nel 1961 due Porsche 718 RS 61 coupé, che sono indicati anche come 718 GTR coupé. Esteriormente si differenziano dal prototipo principalmente nel fatto che avevano le prese d'aria laterali per una migliore aerodinamica dietro le porte laterali supplementari fessure di ventilazione sul tetto estesa e quindi in assetto da gara stavano arrivando. Nel 1963 anche il Porsche 356 B 2000 GS / GT con un corpo simile, ma con un interno più grande, che è stato reso possibile dalla più indietro Porsche motore 356-tipica posteriore.

Questo prototipo è stato utilizzato fin dalla sua conversione, anche in varie gare di ciclisti amatoriali, fino a quando è stato finalmente aggiunto alla collezione del museo prototipo del 2013, dove è stato dato da specialisti  al suo stato originale.

 

1962 APAL-Porsche 1600 GT Coupe

 Il modello è stato costruito da Application poliestere Arme de Liege (APAL), e anche se sembra una versione diversa della Porsche 356 Abarth Carrera, è infatti una coupé leggero montato  ad un pianale di Volkswagen e con un sacco di componenti Porsche sotto.

Ci sono anche alcune differenze tra questi due, come un passo più lungo e il fatto che 1600 Coupe presenta solo due posti. E 'molto più leggero del 356 a causa della vetroresina fatte corpo, pur avendo anche un baricentro più basso e uno spazio interno più grande.

 

Il fondatore di APAL, Edmond Pery, è ben noto per la costruzione di dune buggy e le repliche Speedster, ma tra il 1961 e il 1965, la sua società belga costruito 150 esempi di questo coupé, di cui 30 modelli sono stati dotati di Porsche 356 motori, transaxle, freni, ruote, sedili, strumenti e rivestimenti interni.

Perché pesava solo 1.400 chili, la Porsche-a motore APAL-1600 GT ha registrato alcuni risultati impressionanti nelle gare di salita Hill o manifestazioni, tra cui il concorso di Liegi-Sofia-Liegi.

 

Questa particolare auto, è alimentato da una Porsche 1.582 cc raffreddato ad aria orizzontalmente opposti motore a quattro cilindri con due carburatori rovesciati Solex. È dotato di un cambio manuale a quattro marce, sospensioni anteriori e posteriori indipendenti e freni a tamburo sulle quattro ruote. La potenza erogata dal motore è di 60bhp. Potrebbe non sembrare molto impressionante, ma perché la macchina era molto leggera, si è tradotto in un buon rapporto potenza-peso.

1962  Porsche 718/8 W RS Spyder

La Porsche 718/8 W RS Spyder è stato inizialmente alimentato dal provato e vero quattro, presente nelle versioni precedenti del 718. Il suo corpo, però, è stato progettato per accettare un Boxer-8, che avrebbe ricevuto nel corso della vita. Il corpo è in alluminio e il telaio era composto da tubi in acciaio. Ha fatto il suo debutto in gara nel 1961 al Traga Florio dove è stato guidato da conducenti di fabbrica Dan Gurney e Jo Bonnier. 

 

Nel 1962, il motore a otto cilindri della macchina da corsa di F1 è stato montato. Il motore era stato ampliato due da 2 litri ed è sviluppato poco più di 200 cavalli. Una carriera di successo nel Trofeo Mondiale Endurance, in competizione in tutta Europa, e anche le vittorie di categoria di punteggio nel 1962 Targa Florio e al Nurburgring 1000 km. Porsche avrebbe finito la stagione al secondo posto nel mondo Cup per velocità e resistenza.

Il 718/8 ha gareggiato metà del 1962 nel Campionato europeo della montagna. L'anno successivo, grazie al talento di guida di Edgar Barth, e con i CV 240, ha vinto il Campionato europeo della montagna. 

1962 Porsche 718 GTS R

Una delle opere 718 RS corridori, questo esempio era dotato di una carrozzeria coupé scivoloso appositamente per l'edizione 1961 della 24 Ore di Le Mans. Dotata di un 1.7 litri del motore a quattro piatta, hanno corso i piloti  Jo Bonnier e Dan Gurney. Si ritirò con problemi di motore nelle fasi finali della gara. Per la stagione 1962 si è dotata di un due litri, piatto otto, sulla base di nuovo motore di F1 di Porsche. In questa veste, il neo ribattezzata 718 GTR è stato ceduto in prestito al conte scuderia Serenissima di Volpi per la Targa Florio. Per l'occasione, è stato raggiunto da Bonnier specialista locale Nino Vaccarella e finito terzo assoluto e primo della classe. L'unica 718 GTR è stato poi inserito per il Nürburgring 1000 km dove Gurney e Bonnier hanno iniziato terza posizione in griglia. La loro carica si è conclusa in anticipo a causa di problemi al cambio. Ora partenering con Carlo Mario Abate, Bonnier ha preso una vittoria assoluta con l'auto nel 1963 alla Targa Florio. Nello stesso anno, la macchina è stata condotta alle corse al Nürburgring e Le Mans. In entrambe le occasioni, un incidente ha portato un pensionamento anticipato. Trattenuta da Porsche, la GTR una tantum 718 è oggi parte della collezione del museo.

1962-Dolphin-Porsche

La stagione 1963. Miles e la sua squadra hanno ritenuto che la Porsche Spyder è diventato meno competitivo e sono stati alla ricerca di un'alternativa. Data la sua esperienza con il Dolphin International e il motore della Porsche RS lui e il suo team ha deciso di combinare i due in sportscar Dolphin America. Il potente motore di 1700 cc Porsche in molto leggero ma rigido telaio Dolphin munito di sospensione competente ha dimostrato di essere un notevole successo. Miles ha preso il Dolphin-Porsche per un certo numero di vittorie nel 1963

1963 Elva-Porsche

 Elva-Porsche è la sola ad essere il primo non-Porsche chassis progettato e costruito per essere accettato come una Porsche e portare quel famoso distintivo nome. C'erano solo 19 vetture prodotte nello stabilimento di segale di automobili di Elva nel Regno Unito e questo bellissimo esempio è il secondo telaio portando costruito ID 70P / 030.

Il momento più orgoglioso per Frank Nichols è stato quello di vedere il Elva-Porsche vincere l'ambita Elkhart Lake 500 a titolo definitivo nel 1963 nelle mani di Bill Wuesthoff e Augie Pabst. La prima vittoria di una automobile da 2 litri in questa prestigiosa gara

1966 Porsche 911 HLS prototype

Porsche 911 HLS prototipo, 1966. Un progetto sperimentale dal dipartimento Automotive Engineering presso l'Università di Aquisgrana. Le colline è stato concepito per essere una macchina da corsa con molte parti del corpo in alluminio. Porsche non aveva alcun interesse nella macchina che è stato messo in deposito e dimenticato fino a poco tempo quando Porsche collettore Manfred Hering ha assunto il compito di ripristino

1966 Porsche 911 Roadster, by Bertone.

 Quando la produzione 356 finì e quello che sostituisce nel mercato dalla coppia 911/912, quasi tutti volevano sapere quando Porsche sarebbe nuovamente produrre in versione a cielo aperto del loro nuovo coupé sportivo. Cercando di rispondere a questa domanda,  importatore Johnny Von Neumann in coppia con italiani casa di design Bertone per creare una Porsche drop-top.

Mentre Porsche, che già in opere in via di sviluppo il nuovo-per-'66 911 Targa, Von Neumann ritenuto che questo non sarebbe sufficiente per il mercato volubile e volatile California (che lo stavano tormentato per una sostituzione roadster / speedster / spyder di somekind). Parlando con Porsche su questo problema, quello approvato Von Neumann per il rilascio di un unico chassis. Questa 911, che deve essere inviato a Bertone per l'ingegneria e la rata, e cosa essere utilizzato.

Il risultato finale Sembrava qualcosa di assolutamente spettacolare, con il nuovo corpo alla ricerca molto più recupero di ogni altra cosa ha era venuto fuori dalla Porsche, e di fatto la Germania nel suo complesso. La macchina era davvero un design italiano, imitando e migliorare il design contemporaneo dai concorrenti.

L'accordo con Bertone cosa produrre un unico chassis per verificare la fattibilità della produzione. Una volta fatto, la vettura che ha preparato per il Salone di Ginevra. 

1968 Porsche 911 Sportomatic

Annunciato in Europa durante il 1967 fu una sorprendente nuova Porsche 911 opzione che è andato in America per '68: Sportomatic, prima trasmissione automatica di Porsche. Ideato da Fichtel & Sachs espressamente per gli Stati Uniti, è stato, ha detto Car and Driver, un ritorno al "bizzarre sforzi di Detroit spostamento frizione che sono morti di una morte misericordiosa negli anni Cinquanta mezzo".

Tale descrizione era apt, come Sportomatic è stato un altro cambio semi-automatico: in particolare, un cambio manuale a Porsche a quattro marce azionato da un convertitore di coppia idraulico a tre elementi con un semplice frizione a secco a lamelle.

Road & Track descritto in questo modo: "Il convertitore è un 'sciolto' uno, con una velocità di stallo 2600 giri al minuto e stallo rapporto coppia di 2.15: 1, il suo approvvigionamento di petrolio è comune con il motore della, aggiungendo 2,5 qt a quel serbatoio. . la frizione è disinnestata da un'unità servo vuoto che riceve il segnale da un microinterruttore sul sollevatore shift;. dunque, un tocco sulla leva del cambio disinnesta la frizione il cambio è il solito gruppo 4-velocità tutto-sincro ma con un parcheggio nottolino aggiunto. "

Rapporti di trasmissione differiscono notevolmente, però. Il Sportomatic prima attraverso terza erano tutti numericamente inferiori al manuale a quattro velocità di, mentre il suo quarto era leggermente più alto. La sua trasmissione finale è stato numericamente inferiore, anche. Con questo, un L Sportomatic era più lento fuori dalla linea rispetto al suo omologo manuale, ma quasi altrettanto velocemente a tutto campo. L'opzione di trasmissione Sportomatic, (costo aggiungendo quasi non era fabbrica di opzione isolato per la 911, ma è stato anche fornito su cinque sperimentali pre 1972 914/6 pure.

Tecnicamente parlando, Sportomatic non è mai stato un vero e proprio cambio automatico. A differenza delle unità Tiptronic e PDK successive, il quattro velocità (e più tardi a tre velocità) del cambio non si spostano tra gli ingranaggi stessa.

Invece, il cambio Sportomatic, introdotto da Zuffenhausen nel 1967 e in base all'unità 905, era un sistema efficace di frizione-less manuale ha permesso al conducente di cambiare marcia semplicemente tirando la leva del cambio attraverso il suo movimento H-modello standard.

Per realizzare questo, la leva del cambio ha caratterizzato un micro-interruttore che attiva ogni volta che il pomello del cambio era depresso un po '. Quando la leva del cambio è stata toccata, l'interruttore causato un solenoide per aprire una valvola pneumatica.

A sua volta questo provoca un cilindro vuoto per staccare la frizione, consentendo gli ingranaggi syncromesh per essere modificati prima frizione viene riattivato quando la leva del cambio viene rilasciata

1969 Porsche 911/B17

Porsche è allo stesso tempo una vera e propria, originale Pininfarina.  In ogni caso, è chiaro: Particolarmente esteticamente l'unico con il nome criptico 911 / B17 non è. Ma è un prototipo funzionante al cento per cento. Uno dei pochi che Porsche ha mai venduto, come avevano utilizzato internamente. Così, questa copia - perfetto in forma o no - sicuramente qualcosa di speciale. Soprattutto dal momento che dimostra in maniera impressionante che Porsche volta seriamente predisposti verso vettura sportiva di famiglia.

La 911 / B17, che un tempo è stato progettato come una Porsche 915 è e rimane un esempio altamente significativo di modelli Porsche, la cui produzione in serie è stato negato. Che cosa è abbastanza comprensibile in questo particolare caso. Indubbiamente, tuttavia, che il prototipo, che è stato per decenni considerato perso, merita un trattamento più rispettoso.

Motore: sei cilindri boxer raffreddato ad aria, doppio albero a camme in testa

Compressione: 8.5: 1

Alesaggio x corsa: 90,0 x 70,4 mm

Cilindrata: 2.687 ccm

Potenza: 210 CV a 6.300 1 / min

Coppia: 255 Nm a 5.100 1 / min

Alimentazione: mech. iniezione collettore di Bosch

Drive: Posteriore

Trasmissione: cambio manuale a cinque marce

Sospensione anteriore: Forcella, torsione

Sospensione posteriore: braccio longitudinale, molle a torsione

Freni: a disco (ventilato) rotonda

Lunghezza / larghezza / altezza: 4.49 / 1.65 / 1.37 m

Passo: 2.46 m

Peso a vuoto: ca. 1240 kg

Capacità serbatoio carburante: 85 l

Pneumatici: 185/70 VR 15 vo. 215/60 VR 15 hi.

Velocità massima:. 240 kmh

0-100 km / h: 7.5 s

Consumo: 18,5 l Normale / 100 km

1970 Diba GTC (Porsche 911 based)

Questo è l'ultra rara Porsche Diba GTC 2,2 litri

1970 Porsche 911 A-F Type C20 Typ 915 4

La versione lunga che progetta Porsche stessa -Internal C20 è stata completata nel luglio 1970. Il passo di questo prototipo è 2.615 millimetri, 15 mm più grande del design Pininfarina: così ancora più spazio nella parte posteriore.

1969 VW-Porsche 914.8

Questo è stato un progetto di Piëch per un futuro possibile. Aveva un HP 3.0L.

Porsche ha costruito solo 2 914 / 8s. Il primo era uno sviluppo che Piëch ha utilizzato per dimostrare il concetto di 914/8. Il secondo è stato costruito per Ferry Porsche come regalo di compleanno

1970/79 Porsche Top Secret: Typ 995

Gli anni '70 furono un periodo di cambiamento per l'industria automobilistica mondiale, derivante da una crisi energetica che completamente alterato la visione che fino ad allora era il futuro del settore. Un termine chiaro per l'egemonia della vettura è visto, insieme con la necessità di aumentare la rapidità e decisione trasportare sostenibilità.  Un progetto  efficiente e sicuro, Porsche ha effettuato sviluppando il cosiddetto Porsche Typ 995, finora quasi completamente sconosciuto.

Quando si esegue il progetto del futuro, l'obiettivo principale della Porsche era il consumo, la sicurezza e la bassa rumorosità, alleviando in tal modo l'elevato consumo,  basso rumore e di sicurezza ".

La Porsche 928, era il veicolo che Porsche ha utilizzato come base per lo sviluppo di soluzioni di sicurezza o efficacia. Una delle principali innovazioni introdotte nel prototipo - e poi entrare in concorrenza - era una scatola di cambiamenti PDK doppia frizione e cinque marce a controllo elettronico. Questa unità è stata efficiente controllo elettronico e potrebbe cambiare le marce senza sollevare fuori il gas, nel 1978! Questo cambio è stato sviluppato con due motori a benzina concentrandosi su efficienza con un quattro cilindri 2.2 testata multi-valvola come un'opzione più parsimonioso. La Porsche 924 e allestimento queste eliche efficienti.

Una potenza finale di 130 CV. Questo motore potrebbe, al fine di risparmiare carburante. Questo motore efficiente Typ unito in 995 ad un corpo in alluminio leggero e un telaio che in acciaio ad alta resistenza utilizzata nella sua costruzione. Il risultato finale è stato un peso di soli 1.290 kg, con un consumo medio di 9 litri per 100 km e una velocità massima di 200 km / h. Un successo per una sportiva fine degli anni '70, con un motore a otto cilindri, senza dubbio. Ma non solo era il livello di propulsori Typ 995 un nuovo veicolo, il suo investimento tecnologico è andato oltre.

1974 Porsche 924 Prototype

Il motore della prima versione aspirata della 924, è un 1984 cc a benzina, 4 cilindri con 2 valvole per cilindro, un albero a camme in testa, raffreddato ad acqua, dotato di iniezione meccanica Bosch-

1976 Porsche 924 Car World Record

 Porsche è stato contrassegnato come principale obiettivo di viaggio 10.000 miglia (16.093 chilometri) a più di 252 chilometri all'ora la velocità media. A tal fine, hanno creato un veicolo sperimentale basato sulla 924. Non era solo una questione di onore, ma aveva anche una mente commerciale a tutti dato che ottenere la sua strada, ha dato in modo che l'immagine e la vendita di Porsche 924 dia un aspetto che sarà rafforzato.

Il lavoro di Porsche si è concentrato sull'aerodinamica migliorare, aumentare le prestazioni del motore e ridurre il peso. Per l'aerodinamica ha avuto l'aiuto della Volkswagen e la sua galleria del vento, dove hanno fatto numerosi studi. Il risultato è una drastica riduzione del coefficiente di resistenza aerodinamica della Porsche 924 come è andato da 0.36 al 0,268. Il corpo è quasi completamente liscia, nessun dossi che aumentano la resistenza come specchi, tergicristalli o fari. Per aprire le porte ci sono lastre di metallo sottili, che sono  debole per afferrarli. La parte superiore dei pneumatici posteriori è carenata.

La base meccanica come il motore a benzina a quattro cilindri, motore 2.0 litri e 125 CV della Porsche 924. Porsche aggiunge un turbocompressore, con la quale sono riusciti a sollevare la potenza massima fino a 250 CV (a 5500 rpm) è stato scelto -di questo motore successive versioni per vetture da corsa che è venuto per dare 420 CV . L'uscita di scarico è posizionato sulla destra del corpo e il cambio è un manuale a cinque velocità. La velocità massima teorica di Porsche 924 Car World Record è di 280 km / h.

Per ridurre le misure di peso come la costruzione di un corpo con plastica e vuota dentro tutto inutile in un test di velocità sono state prese. Per questo motivo, nel pozzetto c'è solo un singolo sedile da corsa, orologi strumentazione di base, la leva del cambio, una struttura di barre di sicurezza e un serbatoio di gas enorme 250 litri nella parte posteriore. La massa a vuoto della Porsche 924 World Record è 980 chilogrammi, il che sembra un po 'alto considerando misure attuate e che la massa del modello di strada a malapena raggiunto 1100 chilogrammi andamento. Deve essere che il serbatoio del gas è pesante.

I tecnici Porsche hanno lavorato alacremente nel 924 World Record auto fino al 1977, quando  la Mercedes-Benz  sviluppo di un successore del C 111-IID più potente e veloce. Porsche si rese conto che non sarebbero in grado di competere con loro e il progetto è stato annullato. La concorrenza era agguerrita e Porsche ha deciso di ritirarsi definitivamente.

1977 Porsche Top Secret: P.E.S. Typ 960

La Porsche 928 è stato lanciato nel 1977 come terzo modello Porsche, la cui gamma è solo allora comprese 911 e 924. Nel 1980, gli ingegneri Porsche hanno iniziato da un 928 per lo sviluppo di P.E.S. (Struttura Porsche Sperimentale) tip 960 a 928 caricato con tecnologia sperimentale, futuristico materiale autentico per il tempo. Tecnologia volto a esplorare le possibilità tecniche di riduzione dei consumi di carburante, e aumentare la sicurezza dei veicoli, senza sacrificare le prestazioni.

Uno degli obiettivi di Porsche con P.E.S. 960 tip come suggerisce il nome, stava esplorando nuovi modi di costruire il telaio e carrozzeria del veicolo. Porsche esplorato la costruzione del telaio con una nuova forma di doppio tubo, ottimizzando la distribuzione del peso e migliore assorbimento degli urti in caso di incidenti. Per ottenere una significativa riduzione dei consumi Porsche ha dovuto concentrarsi sulla costruzione leggera, terreno su cui la Zuffenhausen aveva decenni di esperienza.

Alluminio è il materiale utilizzato per costruire le porte, cofano, paraurti anteriore e la parte anteriore per completare. La Porsche 928 GT era un peso considerevole per l'epoca, ma questo prototipo pesava appena 1.090 kg  attrezzature senza rinunciare al comfort: incredibili 360 kg in meno, che ridondato in una maggiore efficienza e dinamica. Per la prima volta in acciaio ad alta resistenza automobilistica è stato usato nella costruzione del telaio 928, contribuendo ulteriormente alla leggerezza del veicolo. Questo acciaio comporta anche vantaggi dinamici dovuti alla maggiore rigidità raggiunta nel telaio.

 

La seconda crisi petrolifera degli anni '70 ha mostrato che  i produttori devono  ridurre il consumo dei loro veicoli. Porsche ha sperimentato con elica 4,5 litri otto cilindri 928. E 'aumentato il suo rapporto di compressione di 12,5: 1 e installata una disconnessione automatica dei cilindri. Anche se il suo potere è rimasto a 250 CV - 10 CV in più rispetto al 928 di produzione - cresciuta velocità massima di 229 chilometri all'ora a 260 km / h. Questo prototipo ha anche rilasciato una scatola di cambiamenti PDK a doppia frizione e un sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici TPMS primitiva.

Il P.E.S. Porsche 928 960 tip ha rilasciato una serie di tecnologie dedicate alla protezione dei pedoni. Per esempio, lo studio delle zone di impatto sul cofano potrebbe minimizzare i danni in caso di violazione. Un seggiolino per bambini - installato sul tunnel della trasmissione - è stato progettato per il 928 così speciale. Essi stanno incorporando numerose innovazioni che si è conclusa a poco a poco in veicoli Porsche, anche se in alcuni casi è stato decenni più tardi. Guardate in qualsiasi Porsche moderno e troverete tutte le tecnologie d'avanguardia nel 1980 sembravano così estraneo e così futuristico.

 

La Porsche 965 è stato un V8-a motore 911 dal 1984

Il Prototipo assunse la denominazione 965 ed utilizzava un V8 di Provenienza Audi,  a 32  valvole e raffreddato ad acqua.

Quando il progetto è stato annullato nel corso del 1988, la Porsche 964 era già entrato in produzione. Questo è stato un modello naturale di aspirazione con nessuna versione Turbo disponibile. Porsche poi sviluppato un turbo su base 3,6. Questo poi è diventato il motore 965 - dal progetto 965, lo sviluppo di una vettura che potesse sostituire la 959 . Questo è anche il motivo per cui alcuni numeri di parte per il Begine Turbo con 965.

Quindi, è per questo che la Porsche 964 Turbo (3.6L) viene spesso definito come come Porsche 965, che non è del tutto sbagliato, ma anche non proprio tecnicamente corretto.

Nel dicembre 1988 Porsche rinunciò a sviluppare l'unica 911 con Motore V8.

2013World’s Fastest Porsche 928

Quando si tratta di record di velocità la velocità è misurata alla quinta cifra decimale (cento millesimi). Così, quando Carl Fausett Porsche 928 ha colpito 216,63,537 mila MPH, che era più che sufficiente per acquisire il titolo di più veloce del mondo Porsche 928 (in precedenza fissato a 206 MPH).

 

Specifiche

 

6.5 litri 32V V-8 costruita da 928 Motorsports

Compositi corridori di aspirazione ad alto flusso

sistema di aspirazione personalizzata con il 12,6 Liter plenum gemelli

sistema di gestione del motore elettromotrice TecGT

accensione distributorless

Pistoni: Arias personalizzato forgiato w / grafite impregnata maniche

Motore statico e dinamico equilibrato di 0,1 grammi

Teste ampiamente porting e flow-in panchina

valvole in acciaio inox, molle razziali, custodi titanio

compressore su misura ad ingranaggi con 928MS brevettata girante

Transaxle: 5 marce Borg-Warner euro w / LSD, 2.20 FDR

Torque Tube: alluminio personalizzato leggero da 928MS

Frizione: 928 Motorsports GT1 Twin Disc Clutch, volano in alluminio

Ruote: 5,0 x 15, ruote in acciaio personalizzato

Pneumatici Goodyear: 28x15x4.5 sul retro, 23.5x15x5.0 sul fronte

Molle: 928 Motorsports kit completo Hypercoil (1200 lb anteriore, 1000 posteriori lb)

Sway bar: sbarre di ondeggiamento personalizzati e regolabili Link goccia a 928 Motorsports

Scarico: intestazioni rivestiti e doppio scarico SS leggero personalizzato Jet-Hot

Corpo: 928 Motorsports completare clip anteriore in composito

Furo Racecraft 8 punti cromo-molibdeno gabbia del rullo

Due sistemi di soppressione del sistema Halon

Peso: 4675 libbre come gareggiato

CHP: 900 Coppia: 825 lb ft.

Velocità massima: circa 240 MPH

Underbelly: puntale personalizzato completo per 928MS

Diffusore posteriore: il diffusore posteriore personalizzata completa per 928MS

Altezza: 30mm nella parte anteriore del mento splitter 70mm sul retro del diffusore posteriore

prossimo obiettivo di Fausett è quello di lavorare sulla trazione e la forza verso il basso in modo da trarre vantaggio da tutto ciò. Se riesce a trovare via per ottenere quel potere alla terra che molto probabilmente hanno un grande colpo a rompere un altro record, il record modificato gas soffiato fissato a 231 mph. Classe di gas modificato soffiato è per qualsiasi vettura modificata che gira solo gas. 


contatore
Instagram
Counter

contatori
Free Global Counter