1966 

La FIA ha introdotto il  nuovo Gruppo 4 Sports Car regole di categoria  1966. Per le auto sportive per competere in questa categoria un minimo di 50 unità doveva essere prodotto nel corso dei 12 mesi. Porsche avrebbe deciso di creare una macchina per la categoria. Il risultato sarebbe l'ultima macchina strada-legale da corsa Porsche che aiuti a preparare il terreno per il famoso 917. La vettura è stata la 906.


Il 906 è stato quello di essere il successore del 904. Progettato da Ferdinand Piech . Invece di un corpo in fibra di vetro allungato utilizzato per fornire la resistenza supplementare, Piech avrebbe progettato un telaio tubolare spazio che avrebbe utilizzato una carrozzeria in vetroresina atona.  Questa tecnica creerebbe una finitura uniforme e una maggiore resistenza. Questo metodo, in combinazione con il telaio tubolare spazio, finirebbe per produrre una vettura di circa 250 chili in meno rispetto al suo predecessore.


Quando il telaio più leggero e la carrozzeria è stato combinato con la vecchia 901 motore a sei cilindri in grado di produrre circa 220 CV, la vettura è in grado di raggiungere velocità  intorno 170 mph. 


La combinazione di questo aumento delle prestazioni con affidabilità Porsche, la 906 dovrebbe uscire nel suo primo anno di concorrenza e termina 6 ° assoluto e primo di classe al suo debutto alla 24 Ore di Daytona,  quarto assoluto e primo in classe di nuovo alla 12 Ore di Sebring.  Tuttavia, il momento clou della carriera 906  sarebbe venuto nella sua prima stagione e solo pochi mesi dopo il suo debutto.


Durante il processo di nove anni il telaio tubolare sarebbe sostituito con un roll-cage FIA-approvato. Gli aggiornamenti non si fermerebbe lì. Tutti i componenti meccanici, comprese eventuali componenti in magnesio, sarebbero sostituiti per le misure di sicurezza. 

Porsche 906 Carrera6

210 CV, Tipo 901/20 1.991 cc SOHC raffreddato ad aria oppone motore a sei cilindri con doppio Weber 46IDA 3C carburatori triplo gola downdraft, cambio manuale a cinque velocità, anteriori indipendenti e sospensioni posteriori, e freni a disco sulle quattro ruote. Interasse: 90.6 in.


Tra i maggior successo corsaro-driven tipo 906s

Già parte del famoso Collezione Vasek Polak

Proprietà documentata e storia delle corse da nuovo

Splendida restauro da esperti marque in Germania

Idoneo per grandi eventi in tutto il mondo epoca



1966 Tipo 906, che sarà presto conosciuto con il nome più popolare di Carrera 6, fu la risposta di Porsche al 1965 comparsa di nuove scalatore collina piuma della Ferrari, la 206 Dino. Il Dino aveva reso vetroresina-bodied 904 GTS Porsche obsoleto da un giorno all'altro. Come la 904 e la Dino, la 906 ha avuto il suo motore di midship montato, che era davanti al transaxle posteriore. A differenza del 904, che era stata costruita su un telaio portante in lamiera di acciaio, il 906 era basato su una luce e molto forte struttura reticolare in acciaio tubolare che aveva un interasse 90,6 pollici, una pista davanti 52,7 pollici e una carreggiata posteriore 55,2 pollici. La sospensione è stata completamente indipendenti, con bracci oscillanti e molle elicoidali a tutti i quattro angoli, ZF e cremagliera-pignone dello sterzo, e le grandi quattro freni a disco all'interno dei cerchi in acciaio e dischi in lega da 15 pollici.




Capo reparto sperimentale Ferdinand Piech, nipote di Ferdinand Porsche, aveva voluto usare diametro di Formula One 13 pollici ruote per abbassare il profilo della nuova vettura, come sulla tipo 909 collina Ollon-Villars salire speciale. Tuttavia, la società aveva già acquistato una grande quantità di nuove ruote da 15 pollici per un programmato, ma annullato, secondo run produzione di 904s. Porsche non poteva permettersi di ammortizzare la spesa, in modo che le ruote più grandi sarebbero stati utilizzati sul 906 pure, con conseguente picco arco parafanghi anteriori quella macchina.




Il motore Carrera 6 del, seguito la pratica di Porsche del giorno, era un bagno d'olio / aria boxer a sei che ha avuto un peso leggero, lega di magnesio, caso sette main-cuscinetto. Molti di questi casi si è rivelato problematico magnesio primi anni di vita, e come in questa vettura, sono stati sostituiti con nuovi pezzi di alluminio fabbrica sabbia espressi. Le testate sono in lega di alluminio, portando valvole di scarico al sodio. L'albero motore è stato forgiato in acciaio, e le bielle erano in titanio. Un foro di 80 millimetri e corsa di 66 millimetri ha dato una cilindrata di 1.991 cilindri centimetri cubici. Questo motore, respirando attraverso un paio di Weber 46 IDA 3C carburatori triplo gola, ha avuto un 10.3: 1 compressione e sviluppato un conservatore 210 DIN cavalli (alcuni dicono che era più simile a 220) a 8.000 giri e 145 piedi-libbre di coppia a 6,000 rpm. L'alimentazione è stata trasmessa ad un cinque marce, la trasmissione completamente sincronizzato, per il quale è stata offerta una grande varietà di ingranaggi, tra cui primo rapporto di set per in salita, in cui il 906 è stato quello di dimostrare molto abili.




Ingegneri Porsche hanno progettato un nuovo elegante carrozzeria in fibra di vetro, ma come sulle pittoresche Mercedes-Benz 300 SL Coupé, la 906 del telaio spazio dettate un paio di porte top-cerniera, ad ali di gabbiano-tipo. Ciò ha spinto alcuni a duplicare la macchina la "Batmobile". Un'altra caratteristica corpo era la persiana distintivo e coperchio giallo tinto motore in plastica trasparente. C'era una grande presa d'aria in cima al naso per il radiatore dell'olio, e prese d'aria split erano davanti alle ruote posteriori, che sono stati canalizzabili per raffreddare sia i freni posteriori e il cambio. Scaling soli £ 1275 con olio ma senza combustibile, il 906 può raggiungere una velocità massima di oltre 170 mph.




La Carrera 6 è stato omologato per FIA corse nel mese di gennaio 1966 come Gruppo 4 GT, per il quale è stato richiesto un funzionamento della costruzione di almeno 50 esemplari. Ognuna delle vetture di serie, ha scritto Jerry Sloniger per agosto 1966 numero della rivista Car, era individualmente testato sul circuito di Hockenheim, prima di essere spediti via al suo nuovo proprietario. Porsche costruì anche nove prototipi con Bosch iniezione meccanica del carburante (il 906E), e altri due telai sono stati attrezzati per i motori a otto cilindri piatti. Appena un mese dopo il primo 906 era stata completata, è stata inserita al 1966 24 Ore di Daytona, dove è stato condiviso da piloti ufficiali Hans Hermann e Herbert Linge. La Coupe blu scuro finito 6 ° assoluto e ha vinto la sua categoria. C'era poco dubbio che la Carrera 6 stava per essere una macchina da corsa formidabile.


Secondo Jürgen Barth e Ulrich Trispel, co-autori del telaio-by-telaio volumi di Porsche 906, questo bell'esempio, telaio 906-116, goduto di una storia di grande successo la concorrenza nelle mani di diversi piloti di talento. Questo telaio è stato consegnato a Baden Auto a Friburgo, in Germania, il 15 marzo 1966. Il suo primo proprietario fu imprenditore e pilota occasionale Werner Brockhaus. Non ci sono registrazioni di lui corrono suo 906, e nel 1968, Brockhaus venduto a un giovane pilota da Reutlingen, di nome Helmut Leuze.


Nel 1968, tra cui molte vittorie di classe, Helmut Leuze ha registrato una collana record brillante di arrampicata con 906-116, sicuramente tra le migliori prestazioni da parte di un corsaro Porsche. L'auto ha registrato otto più ottimi risultati durante la stagione 1969. Con numerose vittorie di classe nella Europeo della Montagna serie Campionato rispetto ai suoi primi tre anni di concorrenza, 906-116 stesso aveva dimostrato di essere una macchina da corsa estremamente affidabile, e nelle mani giuste, è stato capace di podi in quasi ogni uscita. Non solo sono queste vetture altamente competitive in pista, che trasudano bell'aspetto e sono considerati da molti come una delle più belle auto da corsa della loro epoca. 

Porsche 906 E

Per la stagione 1967, Porsche ha rivisto il il 906 con iniezione Bosch e il nome del modello 906 E per Einspritzrung. Queste erano alcune delle ultime 906s prodotti e la fabbrica hanno corso 906-159 e 906-160.


Oltre alla iniezione meccanica, Porsche anche rivisto carrozzeria del 906 per includere una più sporgente configurazione naso lungo e sbalzo posteriore più corto.


Per la stagione 1967, i 906Es sono stati fatti per supportare i nuovi 910S. Questo era vero in apertura della stagione Sebring dove la Porsche Auto 906-159 di Joe Buzzetta e Peter Gregg fece un settimo generale rispettabile. 


Dopo Sebring sia la fabbrica 906Es sono stati venduti e trattenuto in America per gli Stati Uniti Road Racing Championship (USRRC). Questi spesso ha vinto la classe S2.0. 

1966 Daytona 24 H

Porsche 906 #017 - Porsche Typ 901/20; no:906 017 F6 2v SOHC 1991 cc

Hans Herrmann (D)/Herbert Linge (D)

1966 Sebring 12H

Porsche 906 #102 - Porsche Typ 901/20; no:906 102 F6 2v SOHC 1991 cc

 Jo Siffert (CH)/Charles Vögele (CH)

1966 Spa 1000 Km

Porsche 906 E #137 - Porsche Typ 901/20; no:906 143 F6 2v SOHC 1991 cc

 Hans Herrmann (D)/Dieter Glemser (D

1966 24H LeMans

Porsche 906 LH #153 - Porsche Typ 901/20; no:906 153 F6 2v SOHC 1991 cc 

 Jo Siffert (CH)/Colin Davis (GB)

1966 24H LeMans

Porsche 906 LH #151 - Porsche Typ 901/20; no:906 151 F6 2v SOHC 1991 cc 

 Hans Herrmann (D)/Herbert Linge (D)

1966 24H LeMans

Porsche 906 #155 - Porsche Typ 901/20; no:906 022 F6 2v SOHC 1991 cc

 Peter Gregg (USA)/Sten Axelsson (S)

1966 Sebring 12 Hours 

Porsche 906 #111 - Porsche Typ 901/20; no:906 114 F6 2v SOHC 1991 cc 

 Gerhard Mitter (D)/Günther Klass (D)

Dieter Glemser (D)

1966 Nürburgring 1000 Km

Porsche 906-8 #142 - Porsche Typ 771 F8 2195 cc

 Jochen Rindt (A)/Nino Vaccarella (I)

1967 Ollon Villars“ Bergspyder

Porsche 906-8 „Ollon Villars“ Bergspyder

1967 Mosport

Porsche 906 Roadster Jean Paul Ostiguy

1967 Sebring 12H

Porsche 906 LH #153 - Porsche Typ 901 F6 2v SOHC 1991 cc

 Rico Steinemann (CH)/Dieter Spoerry (CH)

1967 Sebring 12H

Porsche 906 E #158 - Porsche Typ 901; no:906 158 F6 2v SOHC 1991 cc

 John Cannon (CDN)/Ed Hugus (USA)

1967 Le Mans 24 Hours

Porsche 906 #154 - Porsche Typ 901 F6 2v SOHC 1991 cc 

 Vic Elford (GB)/Ben Pon (NL)

1967 Sebring 12 H

Porsche 906 E #160 - Porsche Typ 901 1991 cc 

Udo Schütz (D)/Gijs van Lennep (NL)/Rolf Stommelen (D)

1968 Watkins Glen 6 H

Porsche 906 LH #103 - Porsche Typ 901 F6 2v SOHC 1991 cc

Bob Bailey (USA)/Jim Locke (USA)

1968 Watkins Glen 6 H

Porsche 906 #121 - Porsche Typ 901 F6 2v SOHC 1991 cc

 Jacques Duval (CDN)/Jean-Paul Ostiguy (CDN)

1969 Watkins Glen 6 H

Porsche 906 E #157 - Porsche Typ 901/20; no:906 157 F6 2v SOHC 1991 cc 

 Fred Baker (USA)/Dick Smothers (USA)/Lou Sell (USA)

Porsche 906-130 Aurora

Velocità Nazionale campione nel 1969 nella categoria Gran Turismo e dello Sport con Carlos Teixeira dos Santos, come ha fatto negli anni 1970 e 1971 con il nuovo nome della categoria di GT, Sport e Prototipi.